Via degli Dei – Da Bologna a Firenze

Latest Comments

Conosciamo la Via degli Dei!

Da qualche anno è sulla bocca di tutti questa fantomatica Via degli Dei. Innanzitutto cos’è? E’ un sentiero escursionistico che attraversa l’Appennino tosco-emiliano, con una lunghezza di circa 130 km, che collega Bologna a Firenze. Non confondere la Via con il Sentiero degli Dei , il percorso presente sulla costiera amalfitana. La via è normalmente suddivisa in sei tappe ed è caratterizzata da panorami mozzafiato, attraversando boschi, prati, colline e montagne.

Un po’ di storia!

La Via degli Dei ha una storia antica che risale ai tempi dei romani, quando veniva utilizzata come via di collegamento tra la pianura padana e la Toscana, attraverso l’Appennino. In epoca medievale, la Via degli Dei divenne una via di pellegrinaggio, utilizzata dai fedeli per raggiungere il santuario di San Luca a Bologna e la chiesa di San Giovanni a Fiesole.

Nel corso dei secoli, la questa cadde in disuso e fu dimenticata fino a quando, nel 1985, un gruppo di escursionisti bolognesi decise di riscoprire il sentiero e di ripulirlo dal degrado accumulato nel corso degli anni. Grazie ai loro sforzi, è stata ripristinata e aperta al pubblico, diventando uno dei sentieri escursionistici più belli e apprezzati dell’Appennino.

La Via degli Dei prende il suo nome dalle montagne che si attraversano come Monte Adone, Monzuno, Monte Luario e Monte Venere.

La mini-guida

Il sentiero richiede una buona preparazione fisica e attenzione, in quanto in alcuni punti può essere impegnativo, ma la bellezza dei panorami e dei luoghi che si incontrano lungo il percorso ne valgono sicuramente la pena. Inoltre, la Via degli Dei è una grande opportunità per scoprire la natura e la storia dell’Appennino, nonché per vivere un’esperienza di trekking indimenticabile.

  • E’ percorribile tutto l’anno, il periodo ideale indicato è da metà Marzo agli inizi di Novembre. In inverno è molto facile trovare la neve lì!
  • NON SOTTOVALUTARLO! E’ un percorso impegnativo con numerosi dislivelli, non è una passeggiata in mezzo ai campi con gli amici.
  • Per pianificare le tappe e consultare la lista delle strutture presenti esiste sia una guida cartacea che un’app ben fatta!
  • Le strutture ricettive presenti funzionano e sono molto accoglienti. E’ consigliabile prenotare prima, nei periodi di alta stagione si rischierebbe di non trovare posto!
  • Se vuoi viaggiare in tenda alcune strutture sono attrezzate al bivacco. Basta specificare quando si chiama per prenotare 🙂
  • Ci sono numerosi posti dove fermarsi e mangiare. Non c’è il rischio di morire di fame.
  • Ricorda di prendere le credenziali- il libretto dei timbri- che porterai con te lungo il cammino!
  • Cosa mettere nello zaino? Più o meno le stesse cose consigliate per il Cammino di Santiago.

Pronti a partire?

La credenziale

 

Il sito istituzionale è QUESTO

Questo è un video recap della magnifica esperienza:

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

0
Would love your thoughts, please comment.x