Il Viaggiatore Brutto

——CHI SONO——

Ciao! Sono Fabio, un tipo sorridente e un po’ fuori di testa. Ah e non sono un travel blogger.

Non sono qui ad ammorbarti su tutte quelle notizie come mi piace viaggiare, mi piace mangiare, faccio la cacca a giorni alterni e tante altre cose fantastiche. Voglio dirti invece che sono un viaggiatore esploratore a cui piace scoprire i posti più remoti e sperduti, cercando di essere un visitatore invisibile e meno rompiscatole possibile per i locals.

Le mie prime esperienze di viaggio risalgono a quando, appena diciottenne, mi avviavo nella allora lontana Milano per un concerto di musica rock. Li chiamavo viaggi della speranza: cambi di treno e coincidenze, voli da aeroporti non collegati benissimo, notti in aeroporto, innumerevoli panini portati da casa e zaino in spalla. Da allora la parola viaggiare è diventata un pensiero fisso.

Sono sempre stato fin da bambino un personaggio attratto dall’avventura, spinto dalla voglia di imitare i personaggi dei film e dei videogiochi, che si cacciava spesso nei guai. Porto questo spirito ancora oggi, senza il quale non sarei qui a raccontarvi di viaggi e luoghi interessanti.

Bene, fatte le dovute presentazioni è il momento di illuminarti su chi sono questi Viaggiatori Brutti! Scendi per scoprirlo!!

Questa sarebbe stata una foto molto particolare del viaggiatore brutto. Ignudo nel Wild delle Svalbard
Un raro esemplare di Viaggiatore Brutto ripreso nel suo habitat naturale

—–VIAGGIATORI BRUTTI ®—–

Prima di iniziare col pippone è doveroso avvisare che Viaggiatori Brutti ® (logo e nomenclatura) è un marchio registrato ® . Cosa significa? Che non puoi utilizzare il nome / logo e materiale senza il mio consenso. Chi sbaglia paga pegno 🙂

tutto ebbe inizio…

Tutto nasce in una fredda giornata di Dicembre del lontano 2017. Mi ritrovo a scorrere foto di viaggi ed ecco l’ispirazione: perchè non creare una raccolta di contenuti da condividere con il mondo? Iniziano le numerose sessioni di brainstorming con me stesso, notti insonni, caffè mancati che partoriscono infine il nome: Viaggiatori Brutti®.

Innanzitutto perchè il plurale? L’idea iniziale era quella di creare un gruppo, una community dove si parlasse di esperienze di viaggio, consigli e così via. La seconda domanda lecita: perchè Brutti? Bruttezza in questo caso non è riferito all’aspetto estetico ma a quello comportamentale del viaggiatore. Brutto inteso come ignorante inteso come sciocco inteso come scemo, con un tocco di pazzia, della categoria #povery , sempre alla ricerca del volo low-cost, frequentatore di ostelli e maestro del risparmio in viaggio.

Le iniziative

Non si possono non nominare le iniziative organizzate (per conoscerle vai QUI ). Con Viaggiatori Brutti® verrai sradicato dalla tua zona di comfort, scoprirai luoghi che hai sempre voluto visitare ma che gli amici ti hanno sempre snobbato, conoscerai persone simpatiche prese a caso, entrerai a far parte della Community dei Brutti’s, farai un’esperienza irripetibile. E’ tutto di gudagnato, credimi 😉

la mission

Proprio così. Il marchio Viaggiatori Brutti ® nel corso della sua evoluzione e crescita ha individuato una Mission da seguire. L’obiettivo è quello di diventare una guida utile per i viaggiatori inesperti, un toccasana per i viaggiatori esperti, un distributore di consigli e, dulcis in fundo, una piacevole community.

Viaggiatori Brutti ® ci tiene ad essere portatore del Turismo Responsabile ed Ecologico. Seppur si parla di ignoranza, pazzia e divertimento in viaggio, il blog non intende mancare di Rispetto alle tradizioni, cultura e popolazione di un luogo che si visita. La buona educazione è ben vista ovunque nel mondo, ve l’assicuro 😊

Ed infine eccolo qui, il famoso logo! Cosa rappresenta in realtà questo logo?
L’animale in questione è un piccione che rimanda al concetto di piccione viaggiatore.
Il cappello è in realtà un colbacco, un capo d’abbigliamento povero made in Russia.
Cosa si vuole trasmettere con questo logo?
Il logo vuole accomunare tutti quelli che hanno la passione del viaggiare, spesso in qualità di #povery  , esportando un po’ di ignoranza ma importando nuove esperienze. Vuole rendere omaggio ai luoghi che i voli low cost ci permettono di visitare, agli ostelli che ci alloggiano, ai chilometri macinati a piedi per non pagare un taxi, alle ricerche disparate di ristoranti povery ma, soprattutto, vuole rendere omaggio alla categoria dei viaggiatori.

Direi che dalla redazione è tutto! Buona navigazione ! 🙂 Vuoi conoscere la Community dei Brutti’s ? Tocca il maialino per continuare.

Oppure premi START per iniziare!

24

Paesi visitati

83893

Km percorsi in totale

125

Città visitate